Prof.  Aldo Franco De Rose
 
 Impotenza
Home 
Profilo professionale
Chi è Aldo Franco De Rose
Gli articoli
Tumore della prostata
Tutto sul PSA
Tumore del testicolo
Andropausa
Malattie Sessualmente Trasmesse
Impotenza
Incontinenza Urinaria
Incurvamento del pene
Deficit erettile
Contatti 
Privacy  

 

  Sesso e Pillole

      Da: Repubblica - Luglio 2010 - sezione: salute

 

La commercializzazione del Viagra prima e del Cialis e Levitra poi, di sicuro, in molti casi, ha rappresentato un elemento importante per la sessualità: la sicurezza. Sicurezza per l’ottenimento dell’erezione, anche in tempi brevi, sicurezza per una rigidità duratura, senza la paura del “crollo”, sicurezza di avere più rapporti in un arco di tempo non troppo dilazionato, riducendo soprattutto l’attesa per una nuova erezione. Ma quella che, a prima vista, può sembrare una semplice “medicalizzazione del sesso”, in realtà non ha allontanato i sentimenti, le fantasie e il coinvolgimento passionale. Secondo un recente studio condotto da GPF per conto di Pfizer Italia dal titolo “Gli Italiani e la sessualità”, oltre tre quarti dei maschi sembra rifiutare il sesso senza passione: il 76,6% dichiara di non riuscire ad avere rapporti sessuali soddisfacenti senza un coinvolgimento affettivo e l’88,3% condivide l’affermazione che oggi l’uomo, nel rapporto sessuale, è attento anche alle esigenze della donna, mentre in passato era interessato solo al proprio piacere. Ma c’è di più. Importanti aziende sono convinte che da una completa soddisfazione sessuale possa derivare una maggiore produttività. E così lo scorso anno la General Motors, la più grande casa produttrice di automobili, ha fornito ai suoi dipendenti “una pioggia” di pillole di Viagra, Cialis e Levitra. Infatti, nella spesa sanitaria annuale per l'assistenza ai propri dipendenti, ha destinato ben 17 milioni di dollari per acquistare le pillole dell’amore.


Compresse per tutti
Ma con il passare degli anni, forse si è anche esagerato, perdendo di vista gli obiettivi e i buoni propositi iniziali: le compresse dell’amore sono state consigliate non solo a coloro che lamentavano deficit di erezione su base organica per problemi cardiovascolari, neurologici, ormonali, depressione, ipertensione o problemi squisitamente psicogeni. Attualmente la parola d’ordine sembra essere “compressa per tutti alle prime difficoltà”. Facilitati anche dalle vendite via internet, continuano a servirsi dell’aiutino anche coloro che “malati” non sono. E il fenomeno non ha risparmiato proprio nessuno, nemmeno i giovani che hanno iniziato ad utilizzare le compresse dell’amore per ottimizzare la loro performance sessuale soprattutto dopo la discoteca, quando fumo, alcol, “pasticche” e orari impossibili “indeboliscono” la virilità. Dato questo che trova conforto sempre nell’indagine “Gli Italiani e la sessualità” ,dove la propensione all’uso del farmaco è più alta presso i segmenti di giovani-adulti, raggiungendo il 41% tra i 35-44enni, ed il 43,9% tra i 45-54enni. Complementariamente, emerge una resistenza maggiore presso la fascia più anziana della popolazione italiana: il 73,3% dei 65-74enni dichiara che non userebbe o non farebbe usare il farmaco al partner.


Diminuisce l’infedeltà
Comunque, a distanza di dieci anni, le compresse non sono riuscite ad “attentare” all’unità della famiglia e alla fedeltà. Addirittura, agli inizi dell’era Viagra, qualcuno chiese di indicare tra gli effetti collaterali la seguente frase: “può indurre il tradimento”. Non era vero: il maschio italiano del nuovo millennio tradisce assai meno che 20 anni fa. Siamo passati dal 27% del 1978 a un 18% del 2000 (Censis 2000). Insomma non si è verificata la tanto temuta ondata di infedeltà e alcune previsioni della vigilia sono state disattese. Certamente in questo senso hanno contribuito la paura dell’HIV e altre malattie, ma un ruolo importante deve essere invece attribuito proprio alle compresse dell’amore. Esse, indipendente dal consumo indiscriminato e poco controllato, dove erano necessarie, hanno contribuito al recupero del benessere sessuale della coppia, non solo del maschio, salvando molte relazioni.


Mercato Italia
Attualmente il consumo di compresse dell’amore (cialis levitra viagra) in Italia ha superato ogni previsione, tanto da raggiungere vette altissime e occupare il terzo posto nella classifica mondiale, dietro a Stati Uniti e Brasile. Al quarto posto troviamo Francia e a seguire Germania, Messico e Gran Bretagna. E il mercato in Italia è in continua ascesa: dal 2003 ad oggi, da quando cioè si sono affiancate al Viagra anche Cialis e Levitra, la richiesta è cresciuta enormemente, passando da 9.700.000 pillole vendute nel 2003 a 15.608.000 nel 2007. A contendersi il mercato il Cialis con il 42,5, Viagra con 40.8 e Levitra, con 16.7. E tutti son pronti a giurare che si tratta di un mercato in continua ascesa.
 

Torna su

 


  Tipologia dei Consumatori di Pillole

 

I “Bisognosi”
In primo luogo, chi ha problemi reali, conseguenti spesso ad una malattia, dismetabolica come diabete, vascolare o anche oncologica, si rivolge alle pillole dell’amore con molte speranze. Generalmente la partner è informata e, molto spesso, è proprio lei ad accompagnare il maschio dallo specialista. Dopo un breve percorso terapeutico che orienta verso la causa del problema, quasi tutti accettano di buon grado la prescrizione della compressa. Con la ripresa dei rapporti l’autostima del maschio aumenta e anche la partner manifesta soddisfazione. Si tratta di farmaci che, come hanno dimostrato gli studi sperimentali prima e la commercializzazione poi, non danno assuefazione o dipendenza, ma, ad oggi, non sappiamo con sicurezza quanti soggetti che rispondono alla terapia riprendono una vita sessuale spontanea, senza più l’aiuto della compressa.


Gli Incerti e le relazioni extraconiugale
In molti altri casi il farmaco viene utilizzato da chi non vuole o non può fallire. Succede quando si inizia una nuova relazione, in caso di divorzio, nei rapporti occasionali e principalmente quando si è stati protagonisti anche di un solo fallimento. Ma, più frequentemente, a richiedere il farmaco è colui che vive una relazione extraconiugale. Per questa tipologia di soggetti non c’è molto tempo a disposizione: servono erezioni immediate e tempo di recupero breve. Inoltre spesso pretendono di dover fornire anche prestazioni maggiori: si tratta di 20enni come 70enni, professionisti, impiegati, operai, politici, medici e avvocati, attori, dirigenti, giornalisti o altri. Insomma nessuno è risparmiato.


I sensi di colpa
In caso di relazione extraconiugale succede spesso che la compressa dell’amore debba essere utilizzata anche con la moglie, proprio per non venire meno a quei doveri familiari che potrebbero fare insospettire, con ulteriore aggravio delle spese per l’’acquisto del farmaco. Ma si sa.. “dove c’è gusto non c’è pendenza” recita un un vecchio proverbio meridionale.


I Timori
Altri riferiscono di avere una moglie “troppo fredda”, poco propensa ai rapporti sessuali e spesso manifestano anche qualche timore. Assumono il farmaco ma guai a farlo sapere.
Infine non sono pochi quelli che si dimostrano preoccupati: hanno paura di perdere la propria compagna. Si tratta di persone ansiose, timorose di fallire. Gli insuccessi sotto le lenzuola hanno già deteriorato l’intesa sessuale e la sola richiesta è considerata quasi un atto estremo: si tratta di rapporti che da un momento all’altro finiscono o stanno in piedi solo per convenienza.


I Giovani
Esistono poi i giovani che non hanno problemi nell’ottenere e mantenere l’erezione, quindi soggetti normali, che cambiano spesso partner ma ricorrono alle pastiglie: devono dimostrate di essere i più forti, in tutti i momenti, cercando di ottimizzare i rapporti al massimo. Quasi sempre il problema è “nascosto”. Il più frequente è quello di credere di avere un pene poco sviluppato (sindrome da spogliatoio). Insomma si è convinti di avere un pene più piccolo degli altri, e si cerca di compensare con l’ aumento della frequenza e l’intensità dei rapporti.
 

Torna su



  Pillole dell’amore per curare anche altre malattie

 

Cialis (tadalafil), Levitra (Vardenafil) e Viagra (sildenafil) sono tre valide compresse in quanto consentono di ottenere l’ erezione per un rapporto sessuale soddisfacente in circa l’80% dei casi. Certamente però hanno caratteristiche differenti:

  • maggior tempo di durata per il Cialis (24 ore, a volte, anche 36) e nessuna interferenza con cibo e l’alcol. E’ attivo dopo 20 minuti. L’ultima quota di mercato si riferisce a gennaio-novembre 2007 ed è del 42,5%. E’ nominata la pillola del week end.
    Aspetto: colore giallo - forma a goccia

  • Erezione “vigorosa” per il Viagra, tale da ricordare l’energia delle cascate, come suggerisce il significato stesso della parola; è stata la prima compressa ad essere commercializzata nel 1998. Si assume a stomaco vuoto ed è attiva dopo 40 minuti. Per l’importanza della scoperta è stata inserita tra le 100 invenzioni del secolo scorso.Ha una durata di azione di 6-8 ore. Nel 2007 (gennaio - novembre) ha conquistato il 40.8% del mercato.
    Aspetto: forma romboidale - colore blu.

  • Infine il Levitra: ha la caratteristica di possedere la più rapida azione delle tre: per ottenere l’erezione sono sufficienti 10-15 minuti. La sua efficacia si esaurisce dopo circa 8-10 ore. E’ l’ultima ad essere stata immessa sul mercato.
    Aspetto: forma rotonda - colore arancione.

Sono queste le caratteristiche che il marketing delle rispettive aziende cercano di sfruttare per occupare quote di mercato sempre più importanti.


Viagra e ipertensione polmonare
Ad oggi il Viagra viene utilizzato con successo anche nella terapia dell’ipertensione polmonare arteriosa: si tratta di una malattia rara e potenzialmente mortale, che consiste in un aumento anomalo della pressione sanguigna nelle arterie dei polmoni. I pazienti colpiti dalla malattia evidenziano spesso difficoltà respiratorie dopo lo sforzo fisico e sono esposti ad un elevato rischio di scompenso cardiaco.
Per il futuro si sta sperimentando uno spray a base di sildenafil che dovrebbe garantire ua erezione in poco meno di un minuto.


Cialis nuova formulazione
Per il Cialis arriva una novità: dopo l’ok della commissione Europea per il Farmaco (EMEA) entro il mese di marzo, sarà commercializzata una nuova formulazione di compressa da assumere tutti i giorni. Si tratta di un dosaggio di 2,5 5 mg chè rivolto essenzialmente a chi ha un deficit erettivo medio-lieve e ha più di due rapporti a settimana. Per tutti gli altri casi rimane il dosaggio maggiore di 20 mg on demande. Anche in questi casi, la controindicazione assoluta rimane l’associazione con i nitroderivati.


La pastiglie dell’amore per combattere i disturbi della prostata
L'azione nel facilitare la minzione del tadalafil, ma anche del sildenafil
(Viagra) e Vardenafil (Levitra) non sarebbe differente da quella che si svolge a livello dei corpi cavernosi: a livello della prostata e del collo vescicale sono infatti presenti recettori delle fosfodiesterasi 5 e 11; inoltre nell'ipertrofia prostatica, sarebbero diminuiti i livelli dell'enzima ossidonitrico sintetasi e quindi di ossido nitrico. Il farmaco agirebbe migliorando l'ossigenazione dei tessuti, favorendo il rilascio delle fibre muscolari, diminuendo le resistenza prostatiche e quindi facilitando il deflusso delle urine. A d oggi è in corso uno studio internazionale di fase III con il Cialis e si pensa che la commercializzazione di questa altra formulazione possa avvenire tra meno di due anni.

Aldo Franco De Rose
Specialista Urologo e Andrologo
Clinica Urologica Genova e Roma

 

Torna su

 

 

 
 
2010 Copyright - Aldo Franco De Rose